Materassini in lattice: ecco come scegliere quello giusto

Di Iori Arredamenti 2 mesi fa
Home  /  News  /  Materassini in lattice: ecco come scegliere quello giusto
materassini in lattice

Il tuo materasso ha qualche anno d’età e non è più confortevole come una volta? O forse vorresti dotarti di un posto letto supplementare per gli ospiti? In entrambi i casi, i materassini in lattice o memory foam possono risolvere il tuo problema.

Chiamati anche topper, questi dispositivi sono pensati per essere posti al di sopra del materasso vero e proprio oppure per sostituirlo in un divano letto o su una brandina.

Qualunque sia la tua necessità, attenzione a non lanciarti in acquisti avventati. Ci sono diversi elementi da considerare per la scelta del giusto materassino in memory o lattice: vediamoli insieme.

Materassini in lattice per ogni esigenza

I materassini in lattice e memory sono nati come correttori per materassi, ma non tutti hanno le stesse caratteristiche. In base alle loro peculiarità, risultano adatti a soddisfare differenti esigenze. La domanda da cui partire, prima di acquistarne uno, è quindi: quale uso ne farai?

sovramaterassi memory

Ecco tutti i modi in cui un topper può tornarti utile:

  • rende più comoda ed ergonomica la superficie del tuo vecchio materasso, logorato da lunghi anni di servizio;
  • se soffri di dolori alla schiena, ti permette di recuperare un sonno ristoratore senza dover affrontare la spesa di un nuovo giaciglio;
  • protegge un materasso appena comprato e gli consente di durare più a lungo nel tempo;
  • contrasta la proliferazione degli acari della polvere e scongiura il rischio di asma e attacchi allergici;
  • attutisce le vibrazioni dovute ai movimenti del tuo partner nel sonno, riducendo il disturbo notturno;
  • trasforma due materassi singoli affiancati in un matrimoniale senza separazioni centrali;
  • viceversa, due topper singoli adagiati su un matrimoniale possono andare incontro alle diverse necessità di chi ci dorme;
  • può fungere da materasso per un divano letto dove potrai ospitare amici e familiari in visita occasionale.

Come vedi, un oggetto che sembra molto basilare può in realtà rivelarsi davvero versatile. Una volta individuata la motivazione per cui ti serve un materassino in memory, ti sarà molto più semplice scegliere quello dotato delle caratteristiche idonee.

Cosa considerare prima dell’acquisto

In commercio si trovano moltissimi materassini in lattice e memory foam che, a una prima occhiata, possono sembrare tutti uguali fra loro. Ma siccome noi di Iori Arredamenti ci teniamo a farti dormire sonni rigeneranti, vogliamo suggerirti l’opzione più adatta a te.

Quali sono, quindi, le caratteristiche da valutare in vista dell’acquisto?

materassini memory

Lo spessore del materassino memory

I materassini in lattice hanno uno spessore che può variare all’incirca fra i 5 e i 12 centimetri. È chiaro che, in base all’uso che ne farai, potrai optare per uno più o meno alto.

Facciamo un esempio: se vuoi semplicemente unire due materassi singoli o aggiungere uno strato anallergico e protettivo al tuo attuale matrimoniale, ti basta un sovramaterasso memory sottile.

Se il tuo vecchio compagno di sonno è diventato molto scomodo e pieno di avvallamenti fastidiosi, allora ti servono almeno 7 centimetri di spessore per poter notare miglioramenti significativi.

Infine, se il topper diventerà un posto letto d’emergenza per ospiti occasionali, ti suggeriamo di orientarti verso uno che sia alto 10 o 12 centimetri. In questo caso è importante anche che verifichi le istruzioni della ditta di produzione: assicurati che la curvatura della rete del divano sia compatibile con lo spazio occupato dal materasso.

Le misure rispetto al materasso

topper materasso

È vero: le misure dei materassi sono spesso standardizzate quindi non danno troppi pensieri. Al giorno d’oggi, però, non è così raro prediligere un letto matrimoniale con dimensioni personalizzate.

Quando ti trovi a scegliere il sovramaterasso in memory, non dimenticare di controllare che larghezza e lunghezza combacino in modo esatto con quelle del giaciglio sottostante. Se così non fosse, il risultato finale rischierebbe di essere meno piacevole del previsto.

Affidati sempre al metro, non basarti su diciture come “matrimoniale standard”. Case di produzione differenti possono avere diversi modelli di riferimento: meglio non rischiare di incappare in brutte sorprese per colpa di valutazioni troppo superficiali.

Il materiale del sovramaterasso

Finora abbiamo parlato in modo intercambiabile di materassini in lattice e memory foam, ma i due materiali hanno in realtà caratteristiche differenzianti.

La schiuma di lattice è un composto naturale a base di una gomma di origine vegetale (il lattice, appunto) e aria. È molto elastica, capace di sostenere il peso del corpo anche grazie alle diverse densità che può assumere. È anallergica e traspirante, ideale per chi tende ad avere caldo durante la notte e a muoversi parecchio mentre dorme.

Il memory foam invece è una particolare schiuma di poliuretano, sviluppata addirittura dalla NASA per consentire il massimo confort agli astronauti. Questo ti fa capire quanto possa risultare comodo un materassino in memory, grazie al fatto che avvolge il tuo corpo consentendo un riposo totale delle articolazioni. È perfetto per chi soffre di mal di schiena o di allergia e per chi, una volta addormentato, non cambia spesso posizione.

In base a queste loro peculiarità, potrai optare per un materassino in lattice o memory. Dato che lo stai acquistando per migliorare la qualità del tuo sonno, vale la pena di prestare attenzione a ogni singolo dettaglio per ottimizzare i vantaggi ottenuti.

Per concludere

topper in lattice

Dopo questa panoramica dei vari utilizzi e delle qualità dei materassini in lattice e memory, saprai di sicuro scegliere con cognizione di causa.

Il sovramaterasso è uno stratagemma funzionale per ridare nuova vita a un letto un po’ malconcio o per prolungare quella di un acquisto appena fatto. Il bello è che ti permette di stravolgere in positivo la tua esperienza di riposo senza però obbligarti a spese troppo importanti.

Noi di Iori Arredamenti non ci occupiamo esclusivamente del design della tua abitazione: ci sta a cuore anche la sua vivibilità. A cosa servirebbe un letto con una bella estetica se poi il materasso risultasse scomodo? Ecco perché saremo al tuo fianco anche nella scelta del topper: contattaci e ti aiuteremo a rendere le tue notti più riposanti che mai.

Categoria:
  News
Questo articolo è stato condiviso 0 volte
 000