Arredatore d’interni, costo e valore della consulenza professionale

Qual è il costo dell'arredatore d'interni

Hai appena acquistato una nuova casa da ristrutturare? L’appartamento in cui vivi non rispecchia più i tuoi gusti? Quello che ti serve è un progetto di interior design per rivisitare gli spazi e renderli funzionali, esteticamente gradevoli e accoglienti.

Vista la complessità del compito, il nostro consiglio è di rivolgerti a un arredatore d’interni esperto che sappia cogliere le tue necessità, individuare le soluzioni che fanno al caso tuo e preparare gli elaborati necessari per richiedere le autorizzazioni agli enti preposti.

Ma qual è il costo di un arredatore d’interni? Vediamo su quali basi valutare un preventivo e quali criteri tenere in considerazione per scegliere l’interior designer che fa per te.

Architetto d’interni: cosa fa e come sceglierlo

L’architetto d’interni è un professionista in costante aggiornamento che conosce i materiali e i prodotti disponibili sul mercato, le ultime tendenze in fatto di arredamento, gli aspetti normativi e burocratici e gli sgravi fiscali in materia di ristrutturazione.

Arredatore d'interni: il costo di un professionista

Il ruolo dell’interior designer non è solo quello di sollevare il cliente dalle innumerevoli incombenze con le quali deve confrontarsi chiunque desideri rinnovare casa. Ogni professionista esperto nel campo della progettazione d’interni sa di avere un compito molto delicato perché deve essere in grado di cogliere le esigenze del cliente, i suoi gusti estetici e le preferenze in termini di funzionalità e stile. Il fine ultimo è realizzare un progetto cucito su misura, che rispecchi i desideri di chi abiterà la casa, valorizzi ogni spazio e rispetti budget e tempistiche indicati dal cliente.

Perché rivolgersi a un interior designer?

Al contrario di quello che potresti pensare, il lavoro svolto da una ditta edile non può sostituire la consulenza dell’interior designer. L’arredatore d’interni è infatti in grado di proporti soluzioni in linea con i tuoi gusti, ma anche di ottimizzare gli interventi per aiutarti a risparmiare tempo e denaro sui lavori.

Un buon architetto d’interni sa quanto sia complesso descrivere un progetto di ristrutturazione, quindi produrrà una serie di elaborati grafici che illustreranno nel dettaglio ogni fase dei lavori e il risultato finale. Disegni in scala dettagliati, rendering 3D, piante e sezioni su elaborati tecnici esecutivi: ogni progetto nasce su carta o su computer prima di trasformarsi in realtà. L’elaborazione grafica non ha il solo scopo di illustrare il progetto completo alla committenza, ma anche guidare i lavori della ditta edile e di tutti i professionisti coinvolti nella ristrutturazione. Le tavole grafiche che l’arredatore d’interni ti fornirà includono lo studio dell’illuminazione, la distribuzione delle prese elettriche, la collocazione degli arredi, i pavimenti e le divisioni verticali – come pareti in cartongesso o pannelli in vetroresina – oltre a dettagliare i colori e le finiture necessarie per realizzare il progetto dei tuoi sogni.

Quanto costa un architetto d'interni

Come puoi immaginare, stabilire ogni particolare prima di dare inizio ai lavori è la soluzione migliore per contenere i costi e affrontare serenamente il percorso di ristrutturazione. Il nostro suggerimento è di coinvolgere l’arredatore d’interni in tutte le fasi del progetto ma, in base alle tue necessità, puoi anche valutare di commissionarne solo una parte.

Le fasi della progettazione d’interni

Il lavoro della progettazione d’interni va suddiviso in più fasi che spaziano dall’analisi delle esigenze del cliente alla personalizzazione degli elementi d’arredo. Come dicevamo poco fa, puoi scegliere se assegnare a un professionista l’intero lavoro di ristrutturazione o solo alcune fasi. Naturalmente, più attività affidi all’arredatore d’interni maggiori saranno i costi della consulenza. D’altro canto è molto probabile che, grazie alla sua conoscenza del mercato e alla gestione dei lavori, riuscirai a contenere le spese di ristrutturazione.

In linea di massima un lavoro di progettazione d’interni si suddivide in:

  1. FASE PRELIMINARE:
    • analisi delle esigenze e dei gusti del cliente;
    • valutazione delle condizioni dell’appartamento;
  2. REALIZZAZIONE DEL PROGETTO:
    • consegna della prima bozza;
    • correzione del progetto in accordo con il cliente;
    • approvazione del progetto definitivo;
  3. SELEZIONE DI ARTIGIANI E FORNITORI;
  4. REALIZZAZIONE DEGLI ELABORATI TECNICI PER LA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONI AGLI ENTI PREPOSTI;
  5. COORDINAMENTO, SUPERVISIONE E DIREZIONE DEI LAVORI;
  6. VERIFICA FINALE.

Come vedi la progettazione d’interni è un percorso strutturato e composito, che richiede competenze ben precise.

Prima di coinvolgere un interior designer, scegli in quale fase dei lavori farlo subentrare e quali attività affidargli. Vuoi che ti proponga un progetto su carta che trasformerai in realtà in autonomia? Desideri che si occupi della supervisione dei lavori al posto tuo? Oppure preferisci che si occupi dell’intero progetto di arredamento?

Arredatore d'interni costo del progetto

Queste sono valutazioni preliminari che spettano solo a te: l’architetto d’interni ti proporrà un preventivo su misura suddiviso in voci di costo in base alle fasi dei lavori che sceglierai di affidargli.

Richiedere un preventivo all’arredatore d’interni

Una volta che hai stabilito come strutturare la collaborazione, richiedi all’arredatore un preventivo dettagliato delle sue prestazioni. Riceverai un documento suddiviso in voci distinte che ti permetterà di confrontare il tuo piano col budget che hai a disposizione, prima di prendere le decisioni finali.

È importante che nel documento siano specificati anche termini e modalità di pagamento: potresti dover anticipare una percentuale del compenso all’apertura dei lavori e saldare l’importo alla consegna, oppure corrispondere un compenso specifico ad ogni fase.

Quali variabili influiscono sul costo dell’arredatore d’interni?

Tra le voci del preventivo che ti fornirà l’interior designer troverai anche la sua parcella. Non esistono norme che regolano e uniformano il costo delle consulenza in questo ambito, per cui ciascun professionista stabilisce la cifra che ritiene opportuno chiedere per la sua prestazione.

Come abbiamo detto, le fasi del processo di ristrutturazione che intendi affidare all’interior designer contribuiscono a determinare il costo finale, ma non sono le uniche variabili in gioco. Il professionista deve valutare anche il luogo di lavoro, il tempo previsto per portare a termine il progetto e le competenze tecniche che dovrà mettere in campo. Anche il livello di responsabilità richiesto ha un peso sulla parcella: il coordinamento dei lavori è un’incombenza più delicata in termini di responsabilità rispetto alla scelta dei complementi d’arredo.

Costo dell'interior designer per un progetto di ristrutturazione

Una volta valutate tutte le variabili, l’arredatore d’interni inserisce nel preventivo la sua parcella che può richiedere in diverse formule:

  • una percentuale sull’importo complessivo dei lavori che varia, in genere, dal 2 al 6%;
  • un importo fisso per una consulenza completa: un professionista che, dalla prima proposta progettuale, ti accompagna fino alla chiusura dei lavori può attribuire alla sua consulenza un valore che oscilla tra 1.200€ e 3.500€ per un appartamento da 100mq, ma potresti imbatterti anche in offerte che raggiungono 15.000€.
  • piccoli consulti: per contenere il costo dell’interior designer puoi valutare l’opzione di richiedere una consulenza semplice, una valutazione dei lavori senza il supporto di rendering o elaborati grafici di alcun genere. In questo caso puoi stimare un costo indicativo di 50€ all’ora.

Teniamo a ribadire che le cifre riportate sono puramente indicative e che ogni professionista è libero di attribuire al proprio lavoro il valore che ritiene opportuno. Il nostro suggerimento è di valutare le offerte non solo in base all’importo della parcella, ma anche alla qualità dei progetti che l’architetto d’interni ha realizzato nel suo percorso. L’interior design include aspetti creativi che determinano lo stile di ciascun professionista: scegli quello che fa al caso tuo dopo aver esaminato il suo portfolio.

Quanto costa un architetto d’interni: un esempio concreto

Alla luce di quanto detto, proviamo ora a fare un esempio realistico dei costi di un arredatore d’interni. Abbiamo immaginato di chiedere un preventivo che includa la sua consulenza per la ristrutturazione completa di un monolocale di 50mq che si trova nella città di riferimento dell’interior designer.

Tipo di lavoroCosto consulenza
Fase preliminare: sopralluogo dell’ambiente e analisi delle esigenzea partire da 100€
Realizzazione del progetto: presentazione elaborato 3Da partire da 200€
Selezione di artigiani e fornitoria partire da 100€
Elaborazioni grafiche per richiesta autorizzazionia partire da 150€
Coordinamento e supervisione dei lavoria partire da 500€
Verifica finalea partire da 100€
Pratiche di chiusura lavoria partire da 50€
Totalea partire da 1.200€

Una volta ricevuto il preventivo dettagliato, avrai modo di valutare le prestazioni che rispondono alle tue necessità e dare inizio alla collaborazione con l’interior designer.

Da Iori Arredamenti offriamo soluzioni personalizzate per ogni fase della ristrutturazione e selezioniamo solo i migliori marchi per garantire un’eccellente qualità di materiali e prodotti.
Contattaci subito e chiedi un preventivo gratuito e senza impegno. Saremo felici di incontrarti per trovare insieme le soluzioni che fanno al caso tuo.

Menu