Arredamento piccoli spazi: ottimizzare con stile

Arredamento piccoli spazi: ottimizzare con stile

Trovare soluzioni di arredo per i piccoli spazi di casa è impossibile? No, se entrano in gioco idee innovative che ottimizzino ogni centimetro a disposizione con un arredamento elegante ed efficiente.

A un primo sguardo, arredare locali poco ampi può sembrare una sfida difficile da vincere. Vedila invece come un’opportunità per trovare soluzioni creative senza rinunciare allo stile e al design. Con l’aiuto di un progettista esperto, il risultato potrà superare le aspettative.

In questo articolo abbiamo raccolto alcune idee da usare come punto di partenza per il lavoro col tuo professionista di fiducia. Grazie ai giusti mobili anche gli spazi più piccoli verranno valorizzati come meritano, in un mix ben calibrato di design e funzionalità. Seguici nel nostro tour virtuale!

L’ingresso: un ambiente da organizzare al centimetro

Apriamo la porta principale e ci troviamo subito nell’ingresso, una zona della casa che accoglie gli ospiti e fa percepire subito l’atmosfera generale delle tue scelte di arredo.

La maggior parte degli ingressi contemporanei affaccia direttamente sul salotto. È importante, quindi, scegliere un arredamento che stabilisca un’armonia immediata tra i due vani, senza rinunciare alla praticità. L’ingresso, infatti, è il punto di passaggio per eccellenza tra il dentro e il fuori e per questo accoglie quasi sempre giacche, cappotti, scarpe e borse.

Se hai a disposizione pareti lineari e libere, una soluzione elegante è abbinare un attaccapanni di design con un tavolino che funga da svuotatasche.

In molti casi, però, i muri degli ingressi sono disomogenei, con nicchie, rientranze, quadri elettrici e altri elementi che alterano l’uniformità. Per sfruttare al meglio un ambiente simile non basta quindi scegliere mobili per spazi ridotti: serve anche qualcosa che mascheri le irregolarità.

Si possono allora sfruttare i vani per accogliere armadiature con guardaroba e scarpiera. In questo modo ottieni un vano chiuso in cui riporre scarpe e giacche e che allo stesso tempo copra gli elementi tecnici, senza però renderli inaccessibili.

Un’ottima soluzione d’arredo per un ingresso piccolo è anche lo specchio: si rivela utile per un ultimo controllo all’abbigliamento prima di uscire e per far sembrare la stanza più grande.

I migliori mobili per gli spazi ridotti della zona giorno

Dall’ingresso passiamo al salotto, luogo dove riceviamo i nostri amici e ci rilassiamo nel tempo libero, divenuto ormai la zona più importante della casa.

Fra i nostri consigli per una zona living moderna c’erano quelli relativi all’importanza di luce e ordine per rendere il soggiorno accogliente. Colori chiari o neutri uniti a un arredamento leggero aiutano anche a dare l’illusione di una zona giorna più ampia di quello che è realmente.

Per non creare ingombro eccessivo con armadi o credenze, opta quando possibile per pensili e mobili sospesi, sfruttando anche le eventuali rientranze nei muri. Una scaffalatura fino al soffitto, invece, è una scelta di elegante minimalismo che amplifica la sensazione di altezza.

Il principe del salone è senza dubbio il divano, centro della socialità e del relax nella quotidianità. Tra le migliori idee per arredare piccoli luoghi conviviali ci sono i sofà con movimento scorrevole della seduta.

Il modello Charlie di Biba salotti, per esempio, ha i sedili suddivisi in elementi mobili indipendenti l’uno dall’altro per creare singole chaise longue ogni volta che hai voglia di rilassarti… o di aggiungere una seduta per gli amici!

Ritagliati un angolo per lavorare da casa

Un altro ambiente che negli ultimi tempi sta diventando sempre più importante nelle nostre case è l’ufficio domestico. Se non vuoi o non puoi dedicare un’intera stanza allo studio casalingo, ci sono diverse soluzioni d’arredo per piccoli spazi per creare un vero e proprio angolo-ufficio.

In questi casi il design minimale è quasi una scelta obbligata. Meglio rinunciare a scrivanie di rappresentanza per orientarsi piuttosto su scrittoi dalle linee moderne ed essenziali da integrare in salone o in camera da letto senza che risultino invadenti.

Quando la superficie a disposizione è ridotta, è più importante che mai mantenere la postazione sempre ordinata. Oltre a scegliere i giusti mobili in formato mini, assicurati insieme all’arredatore che la soluzione individuata preveda scatole o cassetti per nascondere cavi e altri piccoli oggetti tecnologici.

Un’idea interessante sono anche gli arredi multifunzione da usare, per esempio, come seduta e contenitore: li vedremo meglio fra poco.

Come sfruttare corridoi e disimpegni ristretti

Ora che abbiamo visto come arredare un piccolo salotto e ricavare un ufficio casalingo, spostiamoci un attimo in corridoio prima di raggiungere le altre stanze.

I disimpegni, anche quelli più contenuti, sono ambienti che si prestano a diventare perfetti sgombraroba. Nicchie e rientranze nei muri possono ospitare degli armadi, discreti e funzionali. Le pareti, poi, sono ottime per accogliere scaffalature e mensole a tutta altezza.

Rimangono comunque locali di passaggio: è sempre meglio non appesantire i corridoi con troppi mobili per non ostacolare i movimenti in casa.

Una camera da letto accogliente, anche se poco ampia

Proseguiamo il nostro tour virtuale e arriviamo alla zona notte. Anche nella camera matrimoniale ci si può trovare a dover arredare piccoli spazi. Nessun problema! Basterà scegliere un letto con un vano contenitore sotto il materasso in cui riporre lenzuola, coperte e cuscini per lasciare liberi gli armadi.

Nella camera dei più piccoli, invece, una struttura con letto a castello è una proposta ideale e divertente per sfruttare la verticalità della stanza.

In alternativa, si può optare per letti a scomparsa che permettono di liberare il pavimento riponendo l’intero letto all’interno di un vero e proprio armadio.

Questa soluzione è adatta anche per ricavare una camera degli ospiti estemporanea: aggiungere un letto a scomparsa nel tuo studio permette di trasformarlo in un attimo, senza rinunciare alla comodità di un ufficio domestico.

Un bagno piccolo in cui non manca niente… anzi!

Entriamo ora in bagno, una stanza che – anche quando molto piccola – si presta a diverse soluzioni d’arredo funzionali e belle da vedere.

Qualche esempio?

  • Gli spazi appaiono più ampi grazie a effetti ottici ottenuti con l’uso dei colori e le giuste piastrelle.
  • I sanitari sospesi e quelli su misura sono perfetti per bagni micro che però restino confortevoli.
  • La luce – naturale e artificiale – è una meravigliosa alleata nel far sembrare tutto più grande.
  • Le armadiature a tutta altezza sono una soluzione pratica ed elegante per accogliere la lavanderia all’interno di uno spazio ristretto.

Se sei in cerca di ulteriori spunti, ti consigliamo di approfondire l’argomento scoprendo tutti i nostri suggerimenti per arredare un bagno piccolo.

Alcune idee per arredare piccoli spazi in tutta la casa

Dal nostro tour virtuale rimane fuori solo la cucina, ambiente che ha bisogno più di qualsiasi altro di un progetto su misura per ottimizzare senza rinunciare alla funzionalità. Al riguardo, ti consigliamo di leggere il nostro articolo su come arredare un cucinino moderno e, soprattutto, di farti affiancare da un arredatore. Insieme a lui potrai studiare un’organizzazione ad hoc per creare ambienti funzionali e moderni nonostante le piccole dimensioni.

Ecco cosa ti consigliano i designer di Iori Arredamenti:

  • privilegia colori chiari, sia per i mobili che per le pareti (a proposito, conosci le ultime tendenze sui colori d’arredo?). Il bianco, il beige o il grigio chiaro accolgono meglio la luce e sembrano espandere le dimensioni delle stanze;
  • uno specchio è sempre un ottimo accessorio per aumentare la profondità e amplificare la luce;
  • sfrutta la verticalità delle pareti per installare scaffalature e armadi che arrivino fino al soffitto. Le linee verticali creano un effetto ottico di espansione.

Per quello che riguarda i mobili per piccoli spazi, i nostri preferiti sono quelli che si possono utilizzare in due o più modi diversi.

Prendiamo per esempio il tavolino Degree di Kristalia, un supporto da usare in camera da letto come comodino o accanto al divano per appoggiare riviste e vassoi. Al bisogno può diventare uno sgabello, ma la sua duttilità non finisce qui: ti basta rimuovere la parte superiore, infatti, per tramutarlo in un contenitore dove riporre coperte arrotolate, telecomandi, riviste o quello che preferisci.

E a proposito di sedute pronte alla trasformazione, che ne pensi del morbido pouf Bitta di Campeggi? È sufficiente sfilare la federa e in un attimo diventa un letto supplementare che si gonfia da solo. Una soluzione eccezionale per ricevere ospiti inattesi per la notte limitando al massimo l’ingombro di un giaciglio in più.

Come vedi, gli spunti per arredare gli spazi ristretti non ci mancano: siamo a tua disposizione per accompagnarti alla ricerca dei mobili più adatti a valorizzare la tua casa. Con il nostro servizio di progettazione di interni avrai tutte le nostre idee al tuo servizio: troviamo insieme la migliore soluzione d’arredamento per te!

 

Menu